On The Border è un “contenitore di progetti culturali e formativi” orientato a produrre modificazioni concrete nei comportamenti delle Persone, attraverso l’approfondimento di alcuni temi.

In qualche caso saranno temi noti alle organizzazioni ma affrontati con un taglio differente, in altri casi invece saranno temi “non abituali” per i contesti organizzativi.
L’approfondimento avverrà attraverso una ricerca che si concluderà con un evento di “premessa formativa” sul tema.
Partiremo dalle Persone, da ciò che pensano, dicono e intendono, per poter comprendere le relazioni che intercorrono fra questi temi e il contesto organizzativo.

Persone, confini e contesti

Quando si guarda ai fenomeni umani è l’Essere Umano il confine che occorre prendere in considerazione.
Naturalmente l’Essere Umano è sempre in situazione, è sempre in qualche contesto – anche simultaneamente – e ogni volta deve settarsi con “le regole” di quei contesti dando vita ad un processo di influenzamento reciproco.

Questo processo di influenzamento è una sorta di impollinazione: nessun “attore” del sistema può pensare di non ricevere e non modificarsi se vuole a sua volta dare e modificare.

La Persona si trova ad assorbire alcune caratteristiche dei propri contesti, e i contesti sono influenzati dalle Persone e indirettamente – tramite le Persone – dagli altri contesti.
È così che la cultura si diffonde: per “portato” delle Persone.

Perciò non conviene alle organizzazioni guardare ai temi che riguardano le Persone avendo come confine solo l’organizzazione.
Anche alle organizzazioni serve un orizzonte più ampio se vogliono comprendere cosa accade al loro interno.

Cultura, non aria fritta

La cultura (“non sapere di sapere”) è quel patrimonio di “pensiero” che orienta i comportamenti senza che noi ne siamo necessariamente e pienamente consapevoli.
Lavorare sulla cultura significa “sapere di non sapere” e cercare la cultura effettiva (non quella che ci piacerebbe che fosse), solo così possiamo generare un’evoluzione consapevole e desiderata dei nostri comportamenti.

Progetto, fasi e “post”

Ogni argomento potrà avere strade e strumenti dedicati ma la scelta di partire dalle Persone porta con sé alcune indicazioni di massima:

  1. costruire e testare lo strumento di ricerca (questionario) sul tema scelto
  2. somministrare i questionari
  3. elaborare e restituire i dati
  4. realizzare la “premessa formativa”

Approfondimento formativo

Il lavoro formativo potrà proseguire con una fase “2.0” attraverso un lavoro di aula più “classico” (almeno per setting, durata e numerosità dei partecipanti).

Approfondimento organizzativo

Sarà anche possibile – e auspicabile – che qualche singola organizzazione voglia concentrarsi su di sé, coinvolgendo le proprie Persone e inserendo anche le proprie caratteristiche organizzative come elemento di approfondimento, dando vita ad un progetto ad hoc.

Faremo pensieri differenti, favoriremo azioni differenti, cammineremo sui confini.
Non per vezzo intellettuale o per spirito di contraddizione.
Lo faremo per utilità, delle Persone e delle organizzazioni, che hanno molte cose da dirsi e da darsi, più di quanto non sembri…