Si sa: certe cose prima le impari, prima ti semplifichi la vita.

Il 18 settembre scorso Irene Facheris, la coordinatrice di “evolve formazione”, ha pubblicato il libro: “Creiamo cultura insieme: 10 cose da sapere prima di iniziare una discussione”. Alcuni capitoli riprendono alcuni concetti che in evolve affrontiamo all’interno del corso “Comunicazione e Relazione. Alla ricerca di senso”.

Molti dei ragazzi che hanno voluto essere presenti, in questi mesi e in molte città italiane, alla presentazione del libro, hanno anche partecipato al workshop di 3 ore dedicato dedicato ai primi 3 capitoli.
Hanno esperito la differenza fra leggere una cosa, con la “sensazione” di averla capita, e lavorarci su, con la possibilità di “comprenderla”, di farla propria.

Naturalmente non c’è come mettere le mani in pasta per rendersi conto che il lavoro possibile è pressoché infinito.
Quando durante il workshop è stato raccontato che il corso “Comunicazione e Relazione” dura 20 ore e si realizza in piccoli gruppi hanno concordato con l’utilità di un lavoro del genere.

L’entusiasmo si è però arenato di fronte all’aspetto economico: nessuno di loro può permettersi il costo di quel corso (sono studenti o neolavoratori, dunque “precari”).

Per questo abbiamo deciso di coinvolgervi e proporvi: “ADOTTA IL FUTURO”.

Il progetto prevede di comporre un gruppo di 8 persone:

    • 4 provenienti dal mondo profit (che con la loro iscrizione copriranno il costo dello staff)
    • e 4 che provengono da quel target (che copriranno – per salvaguardare il principio terapeutico – il costo della location).

evolve “raddoppia” il lavoro.
E voi sapete che state “adottando”, per 20 ore di formazione, una Persona che altrimenti dovrebbe rinunciare…

E se è vero (ed è vero) che questi concetti prima li conosci e prima ti semplifichi la vita, non solo state investendo nel futuro, ma state anche facendo a un/a giovane un favore enorme. Perché si sa, “se lo avessi saputo a 20 anni…” è una frase che abbiamo detto tutti.

E allora facciamo in modo che lo sappiano a 20 anni.
Adottiamo il futuro.