Ricominciamo da tre, ricominciamo da te

Di 3 febbraio, 2014 News

1) Quest’anno evolve diventa maggiorenne.

Per aprire una società è sufficiente andare dal notaio e versare un capitale.
Per farla funzionare occorre avere qualcosa da dire e saper fare qualcosa di utile e di apprezzato.
Nessuno ti regala il fatturato, almeno non a quelli come noi, così distanti dai centri di potere e di affare.
Significa che sull’Essere Umano e sull’Essere Umano nei contesti lavorativi (in sintesi: sui temi HR) abbiamo un progetto: non solo un’opinione sul passato e sul presente ma anche un pensiero sul futuro.

Comunicare, comunichiamo da sempre, con questo blog abbiamo “solo” deciso di dare una determinata struttura a ciò che pensiamo.

2) Abbiamo sempre pensato che ogni Essere Umano per crescere abbia bisogno di altro-da-sé.

evolve nasce da subito come incontro di soggettività e non come aggregazione attorno ad un’idea omologante.
Ciò che oggi siamo è il frutto di una sintesi, mai definitiva, che è possibile fare solo se si concepisce la relazione come paritaria.
Ciò che siamo è l’esito di tanti incontri fra pensieri forti e forti porosità.
È la pratica dell’interdipendenza.

Relazionare, ci relazioniamo da sempre, con questo blog abbiamo “solo” deciso di creare un luogo per moltiplicare l’incontro.

3) Non abbiamo mai chiamato le cose con nomi altisonanti per portarci a casa qualche “ohhh…”.

Ci piace pensare che si possa lavorare in questo modo e che alla fine questo paghi.
E anche questo progetto, che vuole animare riflessione e confronto attorno ad alcuni temi “umanistici”, parte con una proposta semplice e una semplice speranza.
Diremo ma vorremmo anche leggere. Diremo di noi ma vorremmo anche dire di altri. Vorremmo dire, anche per sapere cosa ne pensano altri.
Dire e ascoltare in modo pubblico. Aperto e rispettoso.
Dove chi vuole, se vuole, possa essere attore, tramite e spettatore.
Non obbligato a fare né impedito, quindi sempre protagonista.

Costruire, costruiamo da sempre, con questo blog abbiamo “solo” deciso di farlo insieme a te.

Ecco: ricominciamo da tre, consapevoli che Roma non è stata costruita in un giorno.
È per questo che aspettiamo anche te. Magari non la costruiremo in fretta ma la faremo migliore.

Join the discussion 4 Commenti

  • Tania Di Leva ha detto:

    Carissimi!
    Trovo che quest’idea sia una grande opportunità di costruire partecipando e quindi sia in sé molto democratica.
    “Non c’è mai banalità nel dire e nel dirsi le cose specie in momenti come questi in cui l’ overdose di comunicazione autoreferenziale, ci illude di proclamare quando in realtà si sussurra appena.
    Credo infatti, che uno dei paradossi della comunicazione di oggi consista nella,,suasostanziale evanescenza; la velocità con cui un pensiero può raggiungere l’altro capo del mondo non è proporzionato all’ intensità del significato che esprime proprio perché non ha il tempo di”mantecare” ma si perde irrimediabilmente, superato e inghiottito da altri pensieri.

    Il modo in cui ad esempio Facebook consente alle idee di circolare e dissolversi quasi contemporaneamente, mi fa pensare alla necessità di un intervento come quello proposto da Evolve. Se ho frainteso mi scuso in anticipo, diversamente un ritorno allo spirito dell’agora in chiave digitale può esse un primo ma significativo passo per fare recuperare al pensiero la sua complessità e alle idee la forza per diventare cose, azioni, scelte e comportamenti.

  • Claudio Magni ha detto:

    Faccio i miei auguri per la maggiore età di Evolve; l’augurio è che conservi gli occhi del bimbo ed il cuore dell’adolescente ora che l’anagrafe dice che è un adulto!

Commenta